Questioni di convenienza

Nonostante la sopraggiunta coinquista della nomination non si può dire che Mr McCain navighi in acque tranquille.
Oltre alle ormai note critiche sulla veneranda età e sul cagionevole stato di salute, il candidato del Gop si è recentemente trovato ad affrontare un nuovo ostacolo decisamente più imbarazzante.
L’incertezza di parte dell’elettorato cristiano ha infatti spinto McCain a ricercare l’appoggio di due personalità ad esso molto legate: Rod Parsley e John Hagee, ambedue evangelici rispettivamente leaders della World Harvest Church of Columbus e della Chirstians United for Islam Church.

 

Il primo, definito dal candidato “un vero grande leader americano ed una guida spirituale”, avrebbe invitato i cristiani ad intraprendere una guerra contro la falsa religione dell’Islam con l’obiettivo di distruggerla.

 

Il secondo, molto legato allo Stato di Israele e critico nei confronti della Chiesa cattolica, si sarebbe anch’esso lasciato andare a discorsi alquanto discutibili.

La più nota affermazione, ripresa all’uopo da filmati andati in onda quasi dieci anni fa, paragona Hitler alla figura biblica di un cacciatore creando un parallelo tra l’episodio citato nella Bibbia ed il fenomeno dello sterminio degli ebrei, che, a dir suo, non sarebbe altro che un piano elaborato e previsto da Dio per confinarli nello Stato di Israele.

In un’altra occasione avrebbe invece equiparato l’uragano Katrina ad una punizione divina inflitta alle popolazioni per aver partecipato ad una parata del gay pride.

Dichiarazioni decisamente scomode che, come prevedibile, hanno dato del filo da torcere al candidato repubblicano, il quale, preso alla sprovvista durante un incontro pubblico, le ha definite “folli e non condivisibili” rinunciando al supporto di entrambi i reverendi.

Non sono dunque bastati i guai di Obama a far capire al mondo politico che la religione non è cosa atta ad esser innalzata su uno stendardo o scritturata in un teatrino ogni qual volta che ne ricorra l’esigenza: troppi politici in America come in Europa continueranno ad usufruire di una fede a buon mercato per accumulare il proprio bottino di voti che, se non subito, potrà tornar utile alle prossime elezioni poiché, purtroppo, il potere politico che da essa si può trarre è superiore ad ogni rischio.

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: