Sull’Orlo del Baratro

Grande preoccupazione per il precipitare della crisi caucasica.

Tra Russia e Georgia sembra ormai guerra aperta.

Casus belli l’autoproclamata autonomia delle provincie georgiane dell’Ossezia del Sud e dell’Abkhazia.

Il Contenzioso si trascina da anni: ora la decisione del Presidente georgiano ,Alexandr Sakhaschvili,di imporre l’autorità statale sui ribelli sembra segnare una svolta drammatica.

La Russia ha inviato rinforzi nella zona ed il coinvolgimento nelle operazioni belliche, al fianco delle milizie separatiste, appare molto probabile.

La Comunità internazionale tenta di arrestare l’escalation : una riunione d’urgenza del Consiglio di Sicurezza dell’ONU “non è stato in grado di esprimere un’opinione sul conflitto”,  ha affermato il Presidente di turno.

E così, mentre la peste dei nazionalismi contrapposti rischia di sconvolgere, come nel secolo passato, gli assetti del Continente e non solo, tutte le istituzioni a cui abbiamo affidato, improvvidamente, la nostra sicurezza, ammettono la propria impotenza.

L’aver appoggiato e dato credito ad un dittatore purchè ci garantisse la certezza dell’approvvigionamento energetico e a dei capetti ambiziosi, prigionieri di un anacronistico nazionalismo, potrebbe rivelarsi un errore fatale.

Non c’è da essere seriamente preoccupati?

A meno che si sia già deciso che la questione non riguarda i tutori del demenziale ordine costituito.

Ai giorni futuri il responso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: