Fratelli su libero suolo…

Il 20
settembre 2008 ricorre il 138 anniversario ( 1870 ) della presa di Roma,
con la breccia di Porta Pia, da parte
dei bersaglieri dell´unificato Stato Italiano.

L’ evento concluse il processo Risorgimentale, affrancando la nazione dal potere temporale dei Papi.

Nel corso
del `900 però il Concordato fascista del 1929, pur rivisto nel 1984, e i
condizionamenti sui successivi governi repubblicani hanno favorito la
rivincita clericale, l’egemonia del Vaticano sull´Italia, conprivilegi non i sintonia con i principi di laicità ed imparzialità dello Stato,
con finanziamenti scandalosi, mediante
trucchi normativi:

l´ 8xMille sui redditi/Irpef e l´assegnazione della quota di chi rifiuta Stato e Chiese;
il 7xCento dagli oneri per le concessioni edilizie dai Comuni, l´imposizione del suo simbolo religioso in ogni servizio pubblico; l´ insegnamento della religione,
anche per i piccoli, con 20.000 docenti, scelti dal vescovo(!), mentre restano senza risorse le attività alternative per gli
alunni non credenti; sculture e intitolazione di luoghi e strutture pubbliche a
figure clericali.

Siamo
alla confessionalizzazione della vita
civica, limitando, se non negando spazi e facoltà ad altre
culture, agli atei e agli agnostici, mentre la Costituzione proclama la parità
dei cittadini, senza differenza per sesso, razza o religione.

Siamo cioè
ad una breccia al contrario della laicità dello Stato da parte del potere
ecclesiastico con il suo garantito volontario “lavoro”, quale angelo custode dello Stato e dei
cittadini… sempre a loro spese.

Basterebbe,
a proposito di sobrietà evangelica e anche di sacrifici, limitare le spese che Governo, Regioni, Province e
Comuni amano elargire per le visite sfarzose del già “santo padre”, come i
dilapidati 12 miliardi di lire per la sua ultima venuta a Brindisi e Leuca.

Annunci

2 Risposte to “Fratelli su libero suolo…”

  1. Servirebbe più informazione, purtoppo in Italia, come altrove, prevale il classico stereotipo: Chiesa=carità.
    I dati sono sotto gli occhi di tutti ma nessuno si degna di dargli un’occhiata, questo è il vero guaio.

  2. E’ bello leggere questi post, è un piacere vedere che ci sono ancora persone che si richiamano ai valori di laicità, di libertarismo e di cittadinanza attiva in questo paese ormai succube di una classe politica vergognosa e di una dittatura sociale e culturale da parte dello stato vaticano.
    Saluti laici, libertari, radicali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: