Follie Equatoriali

pachamamaDebellati,dopo asperrime lotte militari ed economiche,i mostri che avevano infestato il nostro pianeta nel secolo passato,ovvero il fascismo ed il comunismo nelle loro numerose ed insidiose varianti, il mondo libero si è trovato a dover fronteggiare,all’alba del nuovo millennio,due nuove forme di totalitarismo per molti versi affini a quelle succitate.

Si tratta,in primis, del fondamentalismo religioso islamico,covato per decenni nelle inquiete lande del mondo mussulmano ed esploso con la guerra dichiarata dai terroristi di Al-Qaeda all’occidente il cui atto più eclatante fu l’attacco alle torri gemelle del World Trade Center di New York.

Conflitto,peraltro,ben lungi dall’essere concluso come taluni,troppi, paiono ipotizzare spingendosi,come non bastasse,a metterne in dubbio l’esistenza, riducendo il tutto ad un complotto israelo-americano giustificato con argomentazioni per lo più demenziali quando non apertamente farneticanti.

I rischi di un contagio del fanatismo e dell’oscurantismo fideista allignano anche dove meno ci si attenderebbe ovvero nel razionale e secolarizzato regno delle democrazie costituzionali, laddove il crollo dei più elementari principi di  civile convivenza causato dalla crisi del modello statuale oppressivo-burocratico spinge al rialzo le quotazioni dei non sempre caritatevoli supplenti di moralità sovente portatori di istanze liberticide ed autoritarie.

Emblematici,in questo senso,i casi degli stessi Stati Uniti,attraversati da un vento irrazionale che trasforma il verbo cristiano in piattaforma politica con effetti nefasti nella patria dell’individualismo vagheggiata dai Padri fondatori,Jefferson in testa e dell’Italia,tristemente tiranneggiata da un’efficentissima macchina propagandistica clericale che gode del quasi unanime appoggio delle classi dirigenti nazionali.

L’altro morbo che inquieta gli spiriti più avvertiti è l’ecologismo ridotto a mera ideologia antimodernista e ricettacolo delle peggiori ubbie dell’anticapitalismo e del terzomondismo militanti.

Gli esempi che si potrebbero citare sono tanti: dall’opposizione aprioristica e demonizzante agli OGM all’accettazione dogmatica della teoria sull’origine esclusivamente antropica del “global warming”.

Vorrei ,tuttavia,fare riferimento ad una notizia passata inosservata che ,tuttavia, offre il polso della situazione in maniera icastica.

Qualche settimana orsono si è svolto,in Equador,un Referendum convocato dal Presidente Correa per sanzionare una nuova Costituzione super-progressista scritta dagli esperti giuristi del paese latino-americano.

Ebbene, spicca in essa,tra innumerevoli omaggi alla sovranità popolare,il ruolo di titolare di diritti inalienabili conferito nientemeno che alla Natura,ipostatizzata nella figura della dea ancestrale Pachamama.

Oltre ad offrire tutela all’ecosistema in ogni modo,il Governo dovrà impegnarsi a mettere in atto ogni precauzione nei riguardi di quelle attività che potrebbero portare “all’estinzione di una specie, la distruzione dell’ambiente e l’alterazione dei cicli naturali”.

Non bastasse questo, sarà possibile ad ogni individuo,organizzazione o comunità locale costituirsi in sede legale come tutori della Natura ed ottenere la sospensione delle attività eventualmente giudicate dannose alla stessa.

Raramente è accaduto di osservare,nella storia dell’umanità,un simile concentrato di sciocchezze politicamente corrette cucinato nel mefitico calderone del dirigismo collettivista e sovietizzante.

Ogni giorno ha la sua pena…

Annunci

2 Risposte to “Follie Equatoriali”

  1. Tutto assolutamente condivisibile: mi sembra il riassunto della demenza umana.
    L’unica riserva è per quanto riguarda l’ingerenza clericale: infatti la chiesa non ha il potere di imporre i suoi insegnamenti: siamo liberi di farlo o meno.

  2. lafayette70 Says:

    Ed infatti il bersaglio non è la fede religiosa quando essa non collida con la libertà individuale,come in buona parte dell’occidente liberal-capitalistico,quanto l’utilizzo della spiritualità per altri scopi non proprio commendevoli…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: