Eutanasia: la via francese

nicolas-sarkozy1“Mettere fine all’ipocrisia che regna in Francia e consentire che quel che ora avviene nell’ombra venga legalizzato e regolamentato.”

Questo quanto auspicano una decina di parlamentari dell’UMP nel depositare una proposta di legge mirante a legalizzare l’eutanasia in Francia.

Per questi deputati della maggioranza il Rapporto Leonetti,commissionato da Nicolas Sarkozy dopo il suicidio di Chantal Sébire(la donna malata terminale il cui caso aveva commosso l’opinione pubblica francese)e pubblicato lo scorso novembre, non si spinge abbastanza in avanti.

Le Conclusioni del Rapporto preconizzano un ricorso più efficace alla sedazione terminale unitamente ad un implementazione delle cure palliative.

“Il problema insito nelle cure palliative è che esse possono prolungarsi per settimane,quando non addirittura per mesi,prolungando nel contempo anche le sofferenze dei pazienti.”,chiosa il primo firmatario della p.d.l,il Deputato André Wojcechowski.

 Alcuni cofirmatari della stessa sottolineano ,inoltre,che “altri paesi,a noi prossimi,hanno già aperto la via all’eutanasia”,citando,nello specifico,i casi di Olanda,Belgio,Lussemburgo,Danimarca e Gran Bretagna(anche se la “dolce morte” è consentita solo nei primi due paesi e il processo è solo in fieri nei successivi).

“Non possiamo chiudere indefinitamente chiudere gli occhi di fronte ad una realtà che cambia.I Costumi cambiano e oggi l’eutanasia rappresenta l’unica soluzione per i malati terminali che decidano di affrontare questo percorso.Perchè colui che soffre e non vorrebbe diventare un vegetale non può chiedere ad un medico di poter morire dignitosamente?”,conclude Wojcechowski.

Nella pratica,i firmatari propongono che tutte le richieste di eutanasia siano sottoposte ad un consiglio pluridisciplinare,composto dai medici competenti(oncologi,psichiatri,il medico curante),dai parenti più prossimi dell’ammalato e dal paziente stesso.In caso di respingimento della richiesta,il paziente viene trattato con le cure palliative.Se ,invece,il parere è positivo,l’eutanasia verrà messa in atto senza alcuna conseguenza penale per i diretti interessati alla sua esecuzione,vale a dire per il personale medico.

Positivo il parere dell’Associazione per il diritto ad una morte dignitosa (AMDM).Il Presidente,Jean-Luc Romero, commenta:”Mi sembra un passo nella giusta direzione ed è una spia che dimostra come lo spartiacque destra-sinistra sia ormai del tutto scomparso.”

Un sondaggio di poco meno di un anno fa rivelava che il 91% dei francesi era favorevole ” a che i malati terminali potessero richiedere l’eutanasia”,mentre durante l’ultima campagna presidenziale,Sarkozy si era detto favorevole all’estensione delle cure palliative ,ma si era altresì schierato risolutamente contro l’ipotesi eutanasica con una dichiarazione piuttosto netta : “Non abbiamo il diritto di interrompere volontariamente la nostra esistenza”.

Nel novembre scorso il Senatore UMP,Alain Fouchè,aveva depositato un analogo disegno in favore dell’eutanasia attiva.Una proposta che la commissione Affari Sociali del Senato aveva  preferito affossare,non ponendola all’ordine del giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: