Il Mondo alla rovescia

boycott-durban-2Arriva in questi giorni  la prima decisione importante assunta dalla nuova amministrazione americana in politica estera e riguarda, principalmente, la cornice ideologica del pluridecennale conflitto arabo-israeliano più che i teatri bellici su cui stazionano cospicue forze armate statunitensi.

L’Impegno di scadenzare il ritiro dall’Irak era già stata anticipato,infatti,dal trattato firmato allo spirare della presidenza Bush,quasi a coronamento della vittoriosa strategia del “surge”che ha permesso,seppur a caro prezzo,la virtuale conclusione dell’insurrezione terrorista.

Ora,in perfetta continuità con quanto a suo tempo statuito dalla maggioranza repubblicana,anche Hillary Clinton, a capo della politica estera americana, darà corso al boicottaggio della replica  di quella ignobile parata propagandistica conosciuta con il pomposo nome di “Conferenza Internazionale contro il razzismo” che ebbe per cornice,nel 2001 la cittadina sudafricana di Durban.

Il tutto si svolse a macerie del World Trade Center ancora fumanti e molti dei  convenuti non ebbero nulla di meglio da fare che scatenare la propria livorosa ( e questa sì davvero razzista) collera contro lo stato israeliano identificato come la fonte di ogni nequizia,magari perfino dell’infame attentato di New York.

Non è certo un caso che iniziò da allora a diffondersi la colossale balla dei lavoratori di origine israelita che non si sarebbero recati al lavoro perchè preavvisati dell’attacco: un tassello di quella “teoria del complotto” che trae origine dalla velenosa voce di Hetzbollah,una di quelle entità terroristiche “martirizzate” dal “terrorismo” ebraico…

E non stupisce,altresì,che molti osservatori neutrali di quel consesso riportarono testimonianze impressionanti di fanatismo spintosi fino all’apologia del genocidio hitleriano da parte di alcuni conferenzieri particolarmente esaltati.

La Conclusione prevedibile, in puro stile onusiano,addebitava ad uno ed uno solo tutte le colpe,le insidie e gli orrori di quel tumore dell’umanità,il razzismo, che ci accompagna dalla notte dei tempi.

Occhi chiusi,invece,su governi e culture che discriminano per legge confessioni religiose diverse,donne,minoranze sessuale e anche razziali: per gli oppressori anomalie da rimuovere,per le anime belle del mondo opulento un soggetto non meritevole di conversazione nei salotti  o di manifestazione piazzaiola…

Tutto questo  dovrebbe ripetersi a breve.

La Casa dei coraggiosi ha fatto la sua scelta: tocca ora  alla cara vecchia Europa battere un colpo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: