Clementia Caesaris

vauro-senesi1Trasformare un’icona del terzomondismo e dell’antisraelismo(che è come dire antisemitismo) militante come il vignettista Vauro Senesi in un martire della libertà di informazione è davvero un capolavoro di insipienza ed infingardaggine politica.

Una replica del farsesco “editto bulgaro” che regalò le stimmate dei perseguitati a due modesti cronisti di palazzo come Santoro e Biagi è quanto di più deleterio ed autolesionista un Governo liberal-conservatore possa concepire.

Sarebbe peggio di un crimine,sarebbe un errore.Al primo è possibile porre rimedio,al secondo no…

Annunci

9 Risposte to “Clementia Caesaris”

  1. Assimilare antisemitismo ed antiisraelismo è indice di crassa ignoranza. Anche parte dei i palesetinesi sono semiti. Evidentemente non conosci il significato. Vauro è antisionista, che è ancora un altra cosa. Posizione che condivido. Criticare il governo israeliano,non può portare all’equazione che sei “antisemita”. Tu critichi il governo Berlusconi, allora sei antiliberale? Anzi addirittura komunista.
    Per uno che parla con toni apodittici come i tuoi e con tanta sicumera dovresti studiare un po’ di più.
    salud

  2. lafayette70 Says:

    Grazie del consiglio espresso con la levità che contraddistingue il tuo incerto periodare.
    Da che mondo è mondo antisemitismo connota una posizione virulentemente antiebraica, non certo islamofoba.
    Antisionismo è solo un patetico eufemismo per mascherare un odio inestinguibile contro l’unico regime politico democratico,con molte imperfezioni sia chiaro,in un mare di totalitarismo.
    D’altronde è sufficiente andare a riguardarsi alcune delle vignette che il nostro ha disegnato sull’argomento per provare un incoercibile conato di vomito.
    Materiale che mi consente di elevarlo a degno sodale spirituale degli umoristi tedeschi degli anni ’30.
    Ciononostante,considero sbagliato procedere ad una epurazione nei suoi confronti, seppur sotto il paravento di motivazioni anche condivisibili.
    Ed è ciò che differenzia un liberale come me da un apodittico detentore di certezze quale tu,mi pare,presumi di essere.
    Cordiali saluti.

  3. Antisemitismo antisionismo solo teoricamente sono cose che si differenziano. Tra l’altro le posizioni di Vauro sulla materia sono ampiamente condivise (almeno in Italia) da larga parte della popolazione senza distinzioni politiche e partitiche.

    Su Santoro sono in linea di massima d’accordo con la Sentinella: in Italia piace il giornalismo a tesi (non è diverso quello di Vespa) per cui da una tesi si parte e si fa in modo di accreditarla con dichiarazioni commenti ecc. appartenenti ad un unico pensiero.

    Però così come il governo non critica Vespa (probabilmente scritto sul taccuino d’oro) deve astenersi dal criticare anche Santoro. Non è assolutamente difendibile la linea che se si critica il governo si è disfattisti e nemici dell’Italia.

    In particolare sulla questione terremoto non è accettabile che qualsiasi abbozzo di critica, tipo forse non si è costruito benissimo, forse le scuole aquilane chiuse a dicembre avrebbero dovuto creare qualche allarme in più, ecc. debbano essere bollate con un “non è tempo di polemichhe” frase condivisa dalla chiesa crapulona all’ultimo Gasparri.

    Saluti e scuse alla Sentinella per avergli un pò cannibalizzato il blog.

  4. se c’è una cosa che non perdonerò (tra le tante porcate) mai a questi mediocri della destra è che mi costringono a dover difendere giornalisti-urlatori e antisemiti

  5. Volevo segnalare (a chi è sfuggito) che sono cominciate le prime contestazioni per la Fiera del Libro di Torino dove quest’anno l’ospite è l’Egitto. Motivazione: paese amico di Israele.

    Vi linko qualcos critto in occasione del “boicottaggio” dei libri (sic) israeliani a Torino
    http://www.direfarepensare.it/dossier_Israele.html

  6. lafayette70 Says:

    Grazie della segnalazione puntuale,more solito.
    Io davvero non mi capacito: contestazione all’Egitto che con Israele non è mai stato tenero neanche dopo la pace storica firmata da Sadat e Begin,ma qual’è l’ideale di Vicino Oriente caldeggiato da questi dementi?
    O forse lo sappiamo,ma non abbiamo il coraggio di ammetterlo: troppa l’enormità della cosa…

  7. L’Egitto non ha sostenuto in alcun modo hamas, neanche durante l’operazione piombo fuso. Ti ricordo che Livni, allora ministro degli Esteri, un giorno prima dell’operazione era ospite di Mubarak.
    Comunque contestare libri è gravissimo e l’Italia è in prima linea nelle proteste guidata da quel filosofo omosessuale che odia gli omosessuali.
    So che Tariq Ramadan presenterà un libro nello spazio fiera, lo scorso anno era tra i boicottatori. Come dici giustamete te Israele è un paese di molte luci e molte ombre, ma pensa se questi ipercritici per una volta andassero a farsi una gitarella in Israele, magari visitando qulche libreria dove ci sono libri contro governo religione sionismo e chi più ne ha più ne metta.
    E’ che per alcuni la democrazia emana lo stesso fastidioso odore dei broccoli durante la bollitura (eppure sono buonissimi e ci fanno da schermo al tumore al seno)

  8. Evidentemente Vattimo ha così seri problemi con la sua omosessualità che vuole de-omosessualizzare i paesi arabi (ma qualcuno gli dica che non rappresenta nessuno)

  9. lafayette70 Says:

    Pensiero debole,in ogni senso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: