Mai abbassare la guardia…

gianni-alemannoGianni Alemanno,Sindaco di Roma e politico di lungo corso della destra missina prima ,aennina poi non è persona,riferiscono le cronache,che si abbandoni ad inconsulte manifestazioni di nostalgia cameratesca.

Lo stile è ormai quello di un notabile democristiano,oratore scevro da retorica tonitruante e mediatore consumato: più un epigono di Pinuccio Tatarella che un clone di Almirante,insomma.

Destinato a sgonfiarsi rapidamente,quindi,lo scandalo di queste ore sollevato dal suo omologo(nel senso di Sindaco,naturalmente) parigino,Bertrand Delanoe,che lo accusava di essersi insediato fra i saluti romani.

Le testimonianze fotografiche non mancano. Vi si notano un vincitore nell’atto di salutare,ma non alla maniera dei cesari, la piccola folla di sostenitori,bottiglione di champagne e tricolore alla mano.

Fin qui nulla di male: ma un manipolo di energumeni si lasciava andare alle solite manifestazioni di intemperanza quali bracci tesi ed esibizione di emblemi non propriamente low profile.

Solo folklore? Ci si augura di sì,ma sarebbe il caso di non concedere simili alibi ad una certa pubblicistica pronta a sguazzarci; in ogni caso ,la figuraccia è patente.

Dicevamo di coloro che ne approfittano per rimestare le medesime fruste polemiche ideologiche: è il caso,appunto di Monsieur le Maire che,noto più che altro per aver tentato di trasformare Parigi in una spiaggia tropicale,si è abbandonato ad una facile tirata antitaliana destinata a fornirgli un po’ di propellente in vista della dura battaglia in casa socialista.

Una risposta per corrispondenza a Madame Royal che ha rilanciato le proprie quotazioni con una serie di dichiarazioni ad effetto miranti a spianarle la strada per una nuova candidatura all’Eliseo, nonostante la perdita della leadership nel PS seguita alla disfatta contro Sarkozy.

Le Tempeste,anche quelle in un bicchiere d’acqua,non vanno mai sottovalutate: è in gioco la credibilità,soprattutto dopo aver meritoriamente riconosciuta la natura di male assoluto del fascismo e compiuto un atto di doveroso omaggio a molte delle sue vittime.

Annunci

13 Risposte to “Mai abbassare la guardia…”

  1. Da romano posso dirti che non è così. La sera che ha vinto le elezioni sulla piazza del Campidoglio è stato accolto da fascetti che gli facevano il saluto incitandolo e lui sventurato lo ha fatto. Non ero sulla piazza ovviamente, ma le immagini del braccio teso sono state trasmesse (direi come se fossero normali) dalla tv e da tutti i giornali. Anzi, a me più che il saluto mi ha turbato il fatto che la cosa non ha turbato . A questo va aggiunto che la sua opera amministrativa che viene notata da chiunque entri in questa città, compresi gli atti di violenza che continuano e di cui, come sindaco , ha la colpa, fa rimpianfgere i sindaci democristianoni che hanno sfatto la città. Va anche aggiunto che il logo del comune di Roma campeggia sulle cose più bestiali, dal tifoso laziale (ucciso e ci dispiace, ma l’indagine è in corso e comunque non è un eroe romano) alla casa pound, disconosciuta anche nei tempi d’oro di aenne. Per tralasciare il giudizio sui “froci” al quale fosre il sindaco di Parigi potrebbe essere sensibile. E tralasciamo le altre amenità, dal XX settembre con la lettura dei nomi degli zuavi uccisi dagli italiani alle messe celebrate per ogni occasione, anche il 21 aprile per ricordare il solco di romolo e remo. Rispetto masimo per i romani che lo hanno votato, ma disprezzo assoluto per un coatto fascio e inconsistente che ha istituito anche la commissione per i rapporti con il Vaticano e ha attribuito al suo ufficio stampa 200mila euro (quello di Veltroni ne prendeva 50mila, ma soprattutto Alemanno ha anche critiche sui soldi che sperpera dai suoi. )

  2. lafayette70 Says:

    Di sicuro conosci meglio di me l’aria che si respira nella Capitale.
    L’impressione che superficialmente ne traggo è quella di un folklore utilizzato da certuni con troppa disinvoltura.
    Parlare di fascismo sarebbe una forzatura: diciamo che il processo di depurazione dalle tossine passate è ancora in corso.
    Questo non vuol dire che ciò che segnali sia poco attendibile.
    Sul comportamento di A.mi sono basato sulle foto dei giornali dove il braccio era alzato ma solo per reggere un tricolore.
    Su Delanoe sono al corrente della sua omosessualità,condizione che non sempre è sinonimo di infallibilità.

  3. Tiziana Ficacci Says:

    Cara Sentinella,
    francamente non so da quanto manchi da Parigi, ma è una città con la quale Roma non può certo mantenere nessun passo. Infatti è estremamente funzionale, pulita, con ottimi collegamenti, e il fatto che Delanoe abbia voluto inserire la spiaggia estiva (come del resto fa Roma sugli argini del Tevere) pare che sia cosa che piaccia molto ai parigini. E’ probabile che Delanoe non sia stato un maestro di diplomazia, ma certo le due città sono gemellate da 51 anni, e il nuovo sindaco ha annullato dopo il suo insediamento il balletto sulla piazza Farnese il 14 luglio, la notte bianca (per la vulgata veltroniana in realtà parigina e forse addirittura chiracchiana)addirittura bollandola con l’epiteto di schifezza. E del resto, non devo dirtelo io, queste cose molto popolari servono per chi ha poco, certamente non a me che pur non essendo ricca ho i mezzi culturali per vedermi le mostre o il ballerino Bolle tutto l’anno e anche fuori da Roma.
    A questo si aggiunga la pessima amministrazione, anzi incomprensibile. In campagna elettorale ci ha fracassato i timpani con l’assetto di via Nazionale (via i sampietrini per mantenerli ai bordi secondo la giunta veltroniana)per avere a distanza ormai di un anno via nazionale con le voragini. Via le strade verdi e le strade intasate di traffico, via gli autobus corti (in sperimentazione) per ripassare alle lunghe percorrenze, il tutto senza comprendere il disegno ma solo per prendere le distanze. E taccio sul Venti Settembre, sulle sbrasonate a cui sono immediatamente seguite le scuse sulle Ardeatine, San Paolo ecc.

  4. Tiziana Ficacci Says:

    Un capitolo a parte la campagna sulla sicurezza (è a rischio il concerto di Spingstee, se pensi che Roma ha gestito al meglio e senza neanche un graffio l’agonia la morte e la nuova elezione del PAPA, o l’allargamento europeo con centro semichiuso e complimenti di Berl. preProdi). E taciamo anche sulla questione buco di bilancio (di cui non si parla più per ordine di Gianni Letta) e dgli emolumenti altissimi che hanno i suoi collaboratori, più di cento secondo l’Espresso mai smentito. Due giorni fa c’è stato anche il varo di una commissione per il terremoto a Roma (sic) oltre la sopraricordata commissione per il Vaticano (ma anche la commissione per la salute nello sport affidata al suo medico personale) Braccio teso è probabile, almeno a me è sembrato di vederlo, ma aver affidato il decoro ai ragazzi di Foro e di Militia, oltre al patrocinio a casa Pound sono ben più che un braccio teso. Capitolo a parte ovviamente le messe, tra l’altro sostenuto da una moglie che va a messa in abiti preconciliari. Altri sindaci ci hanno sempre risparmiato queste visioni. Diciamo che Alemanno è stata una brutta sorpresa anche per Berlusconi che sicuramente non credeva di vincere così tanto, ma la vittoria di Alemanno è stata al suo traino altrimenti col cavolo lo avrebbero fatto candidare. La città tiene per la revisione amministrativa fatta a suo tempo da Rutelli (bada bene anche gli altri seconod me hann pecche ed ombre, ma non così)
    saluti,

  5. Tiziana Ficacci Says:

    Dimenticavo di dire che per il 21 aprile non solo la messa di Fisichella, ma proiettate ai Fori le immagini che hanno fatto Roma : le olimpiadi, la dichiarazione dell’entrata in guerra declamata da Mussolini… Scelte, a Roma ad esempio sono nata io.
    Fascista è fascista come tanti suoi colleghi (non tutti , come è noto, hanno fatto il percorso di Fini, o almeno non con la stessa velocità) sicuramente clericale, antimoderno, a digiuno di amministrazione..
    Vorrei anche dirti che secondo me, non è bene giudicare sempre sull’appartenenza politica. Ad esempio io abito in un muncipio gestito da ormai molti anni dalla sinistra con un presidente di RC, ed è unanimamente considerato un gioiellino. Eppure è uno dei municipi più grandi (per sintetizzarti la parte più conosciuta del municipio è Garbatella). Domani si votasse secondo te, dovrei cambiare?

  6. Tiziana Ficacci Says:

    per decoro nel secondo post mi riferisco al decoro urbano che è una branca del comune, quindi a contratto regolare e pagato

  7. lafayette70 Says:

    Che Parigi,almeno il centro, sia stata amministrata in maniera incommensurabilmente migliore di Roma mi sembra fuor di dubbio.
    Sulle banlieus già non metterei una mano sul fuoco;certo molto va a disdoro della lunga gestione chiracchiana,ma non è che nel primo mandato del socialista Delanoe le cose siano andate molto meglio.
    Che poi il personaggio sia particolarmente incline a sparate stile “Repubblica” poco da da stupirsi e fa il paio con le figuracce rimediate dall’odiata rivale di partito Royal in giro per il mondo a scusarsi delle nefandezze oratorie pronunciate dall’attuale Presidente francese.
    Su messe ed ammennicoli vari figurati se ho da obbiettare qualcosa,ma che Alemanno in 9 mesi di governo sia riuscito a partorire un nuovo sacco della città eterna mi riesce difficile crederlo.
    Ciò non toglie che molte delle pochezze che attribuisci alla nuova giunta comunale possano corrispondere al vero e che perfino i comunisti possano alle volte amministrare bene(snaturando la propria ragione sociale,aggiungerei…)
    Quanto al prossimo voto non ti invidio,considerata la scelta: sappiamo che comunque vada,il vincitore sarebbe uno solo!

  8. Francesco Says:

    Comprendo la tua avversione per Royal, ma cosa c’entra con Delanoe?. Forse manchi da Parigi e da Roma da troppo tempo per fare un parallelo con la periferia , che qui comincia a un chilometro da piazza Venezia e le banlieu. La città romana funziona maluccio da parecchio e non con Alemasnno, che ha solo peggiorato bloccando lavori intrapresi dalal precedente giunta, anche quelli ordinari. Sono d’accordo con Tiziana perchè anche io abito in quella zona. Bisogna riconoscere che a Roma i municipi meglio funzionati sono i due gestiti da rc o sinistra alternativa come si chiama adesso.
    La politica acceca, Alemanno è terribile, ma come scritto nei post che mi precdeono soprattutto amministrativamente. Tra l’altro, nonostante le banlieu a Parigi ci sono stati 30 ammazzamenti contro i 29 di Roma nell’ultimo biennio, con una superficie e una popolazione cinque volte superiore. E la bella idea di Alemanno che si è fatto un costoso staff per la sicurezza con generaloni ecc. è stata di chiedere al ministro dell’Interno di mettere i metaldetector a via del Corso.

  9. Non un nuovo sacco di Roma che da Nathan in poi no è mai finito, ma sicuramente nove mesi di immobilismo e di smantellamento di lavori intrapresi dalla apssat giunta che nulla avevano di politico inquietano. Io non sono perplessa sul mio voto. A Roma ho votato nel primo turno un radicale (Staderini) pur sapendo che sarebbe stato un voto perso e al secondo turno per Rutelli, a me odioso ma con un progetto che non era solo portare il poliziotto sull’autobus (ovviamente cose accantonate). Naturalmente per il municipio ho votato per l’esistente che riconfermerei pure domani. Credo che lo posso fare serenamente perchè sono una liberale e mnon schiava di nessuna ideologia. Se serve ti dico anche che per le nazionali ho votato per i socialisti scomparsi (sapevo che i radicali nel pd sarebbero stati eletti) e per le europee rivoterò per la formazione radicale comunque si chiami. Rispetto al massimo quelli che hanno votato Alemanno, ma la città è peggiorata parecchio . Nove mesi non sono pochi, pensa che nasce anche un bambino in nove mesi. Comunque scriverò dopo qualcosa su nogod, poi ti segnalo il link.

  10. lafayette70 Says:

    Grazie.
    E sono sempre più convinto che il Governo che governa meglio è quello che governa meno.
    Naturalmente sottoscrivo che tutti quelli venuti dopo Ernesto Nathan,come dici tu,sono ben poca cosa…
    E sfortunatamente non è possibile operare un’interruzione volontaria di amministrazione,possibilità concessa in alcuni stati americani.

  11. Soprattutto, cara Sentinella, non bisogna stupirsi de in altri paesi qualcuno si turba se vede braccia tese. Il mio turbamento non è su Delanoe, ma su Franceschini che si è irrigidito. Saluti

  12. Meno male che anche lui, buon ultimo, ha abiurato , così almeno potremo commentarlo sulla sua lunga visione politico-amministrativa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: