Spirito di Crociata

MadonnaSgravatasi da non molto tempo di una maggioranza governativa da incubo,ricettacolo di populisti,fondamentalisti cattolici e di quanto peggio il novecento avesse saputo proporre,la Polonia è,tuttavia,ancora alle prese con degli strascichi che frenano alquanto il decorso di una convalescenza assai problematica.

La tradizionale rapacità dei voraci confinanti,Russia e Germania,è un lontano ricordo da consegnare ai libri di storia così come i durissimi anni dell’occupazione nazista e del regime imposto dall’Armata rossa trionfante nel 1945.

Ma i fantasmi dell’intolleranza religiosa e di un antisemitismo che arrivò alla nefandezza inusitata di perpetrare un pogrom in piena regola solo un anno dopo la rivelazione agghiacciante di Auschwitz(il cosiddetto massacro di Kielce,nel quale perirono diverse decine di ebrei polacchi sopravvissuti ai lager ammazzati al grido di: “Completiamo l’opera dei tedeschi”) sono sempre in agguato come i demoni dostoiewskiani.

Una piccola e tangibile dimostrazione in questi giorni con la polemica su un concerto musicale di Madonna previsto per il prossimo 15 agosto.

Non solamente festa religiosa,ma anche anniversario di una importante vittoria militare contro i russi,quasi a sottolineare,plasticamente,i due pilastri identitari della nazione slava.

Nulla di male,se contenuti entro i limiti di un patriottismo costituzionale garantito dalle leggi.

Quello che sta accadendo,invece,travalica ampliamente ogni limite della decenza e del buon gusto sconfinando nell’isteria da caccia alla strega.

Sì.Nell’anno di grazia 2009,in un paese dell’Unione Europea,si arriva a minacciare il rogo in piazza,l’anatema,ad auspicare l’intervento provvidenziale di una mano omicida.

Il tutto per rimuovere un’intollerabile “oltraggio” alla nazione tutta,a tutti i costi.

I corifei di questa crociata che bisognerebbe fare attenzione a declassare come rumorosa chiassata,sono gli ambienti più retrivi di un clericalismo potente ed estremista.

Come,a mo’ di esempio,il famigerato e fanatico padre Rydzyk,inventore ed animatore di “Radio Maryja”,ovvero della più importante realtà editoriale polacca,cresciuta come una metastasi grazie alla compiacenza ed alla protezione di tutti i governi dal 1990 in poi.

I Toni da me utilizzati per descriverla non sono esagerati,visto che l’emittente in questione,non fa che veicolare messaggi di odio nei confronti di tutti quei soggetti che non rientrano nei canoni dell’ortodossia nazionale: omosessuali,donne emancipate,individualisti,ebrei,immigrati ecc.

Seguono a ruota,in quest’opera di autodafè,i partiti di quella che ,senza esitazione e tema di smentite,può essere descritta come la peggiore destra europea a partire dal PIS(Diritto e Giustizia),il movimento guidato dai gemelli Kaczynski,ora ,per fortuna,confinato all’opposizione.

Non ultimi, l’ex-Presidente ed animatore della resistenza anti-comunista Lech Walesa(la più grande delusione del secolo quando ha avuto l’opportunità di rivestire i panni dello statista)e la Chiesa polacca  che,sino ad ora, ha mantenuto un basso profilo ma che non mancherà di lanciare i propri acuminati strali nelle settimane a venire.

Se il 15 agosto tutto potrà svolgersi senza problema,non sarà esagerato parlare di un’importante vittoria della tolleranza aldilà del valore artistico dell’evento,sul quale mi permetto di nutrire seri dubbi.

Ma tant’è…libertà vuol dire anche scegliere il peggio o il brutto, ma soprattutto conservare la possibilità di scegliere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: