La cattiva coscienza di un liberal

Stanley Greemberg,il mago delle campagne elettorali che già riuscì a far perdere Francesco Rutelli nel 2001 curandone la strategia mediatica,torna alla carica non escludendo un’affermazione dei democratici nelle midterm elections di novembre.A suo parere occorrerebbe non “sovrastimare il peso della recente riforma sanitaria” ed analizzare,piuttosto,le prospettive economiche di fondo, attendendo le ulteriori mosse dell’amministrazione Obama su questo terreno.Senza considerare che proprio la massiccia intromissione della mano pubblica nei portafogli privati ha generato quel clima di ripulsa generale che Greenberg minimizza.Unico,utile ammonimento,perchè non si può essere ciechi fino in fondo dopotutto,è quello di non esagerare con la retorica che tanto sembra piaccia ai commentatori europei 

Il link all’intervento di Greenberg sul “New York Times”:   http://www.nytimes.com/2010/03/23/opinion/23greenberg.html?hp

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: