Scandalo pedofilia: così fan tutti…

C’è un che di craxiano nella dichiarazione del presidente della conferenza episcopale tedesca, Robert Zollitsch, che potremmo riassumere con le seguenti parole: “La chiesa in passato ha nascosto casi di pedofilia, ma non è stata l’unica“. Ancora una volta la logica italica del “lo facevano tutti” sembra fare da schermo ad uno tra i più disprezzabili crimini. Tuttavia, in questo caso non è la corruzione a rappresentare l’oggetto del reato, ma la dignità umana, motivo per il quale non possiamo permettere che sia solo uno a pagare per tutti.

Il mea culpa recitato pubblicamente dall’arcivescovo Zollitsch rappresenta un notevole passo avanti verso una trasparenza fino ad adesso mancata, soprattutto negli ambienti clericali, spesso oscurati da un velo di segretezza che tanto ha ispirato vari romanzi di successo.

Il crollo di credibilità della Chiesa cattolica ed i sempre più frequenti attacchi, talvolta detti “laicisti“, hanno portato a galla problemi reali, slegati da ogni sorta di ideologia politica. La volontà di collaborare, dichiarata dai vescovi tedeschi, non basta a porre rimedio alle vittime già colpite da questa sorta di crimini, alle quali è stato riservato un trattamento doppiamente umiliante: la violenza fisica e, seguentemente, quella psicologica legata all’abbandono.

Le vittime vogliono solo parlare del proprio dolore, non denunciare” afferma infatti l’arcivescovo.  Il che potrebbe sembrare una giustificazione alla mancanza di denunce o provvedimenti legali nei confronti dei colpevoli, ma quando effettivamente si parla di celibato come causa scatenante dell’indole pederasta immediatamente viene sottolineata la meticolosità con la quale vengono responsabilmente formati i membri del clero: pronti a svolgere una missione superiore.  Parrebbe allora opportuno destinare parte di questi sforzi a garantire un sostegno alle vittime degli abusi, spesso lasciate sole: senza supporti e senza giustizia.

Il sentiero intrapreso dalla Chiesa tedesca è segno della lenta evoluzione che da secoli caratterizza l’istituzione cattolica: troppo spesso rinchiusa in rigidi schemi mentali.
Così come siamo giunti dallo spirito che alimentava le crociate al supporto contro la pena di morte auguriamoci che a questo ultimo passo verso la giustizia terrena seguano azioni concrete

Annunci

4 Risposte to “Scandalo pedofilia: così fan tutti…”

  1. Allora non è la visione craxiana visto che il prete citato è tedesco.

  2. lafayette70 Says:

    …è un modo di dire oramai divenuto proverbiale ed internazionale per significare la chiamata a correo come estrema e disperata forma di autodifesa.Che non può e deve servire a mascherare le proprie,enormi,responsabilità,va da sè

  3. Lo trovo sgradevole e storicamente ridicolo . Poi ognuno condisce la minestra con il sale che ha

  4. lafayette70 Says:

    Il sale sarebbe preferibile non utilizzarlo in ogni modo: ne va delle coronarie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: