Prossima fermata:Capolinea

 Un Entusiasmo collettivo e collettivista ha accompagnato l’odierno rally dei corsi azionari mondiali,diretta conseguenza delle decisioni prese nel vertice straordinario Ecofin di ieri.Come,tuttavia, questo megapiano di salvataggio abbia i piedi d’argilla ed il cervello di un dinosauro ce lo spiegano bravissimi,quanto ahinoi inascoltati ed isolati,giornalisti economici.

Tentare di ripianare il gigantesco debito creandone un altro di proporzioni forse maggiori dimostra,qualora ve ne fosse stata necessità,tutta la cecità di questi piccoli burocrati chiamati a decidere del benessere o della miseria di più di mezzo miliardo di persone.

Eppure che messe di applausi,quanti fiumi di inchiostro versati da patriottici calami,quali clamori da ludi gladiatorii stanno accompagnando l’innesco di questa vera e propria bomba nucleare (così l’ha definita in un suo mirabile articolo Mario Seminerio) destinata,prima o poi, a spazzar via moneta unica, unione europea e quant’altro di istituzionale esista tra l’Atlantico e gli Urali!

Intendiamoci: fosse accaduto magari per via referendaria prima che la follia pianificatrice avesse il sopravvento i danni sarebbero stati molto minori.Ma la boria da superpotenza ha annebbiato le coscienze dei timonieri i quali,firmata la propria cambiale faustiana,hanno provveduto, da par loro, ad insufflare nelle menti dei cittadini-sudditi del continente l’idea balzana che un benefico amministratore del condominio comune potesse magicamente creare dal nulla un regno dei balocchi.

Esattamente come dal nulla,ed è qui la chiave di tutto,costoro hanno tirato fuori fantastiliardi di banconote ed altra moneta virtuale per accrescere il potere della grande macchina sterminatrice di ogni libertà.

Aleggia l’acre odore dello spirito di Monaco 1938 sulla conferenza per la pace finanziaria ed economica in Europa consumatasi nei sacri palazzi dell’ortodossia europeista.

Allora si cedette vergognosamente di fronte al totalitarismo avanzante offrendo in Olocausto l’inerme Cecoslovacchia.

Ora,in ossequio alla medesima suicida strategia di appeasement,i pavidi architetti di una baracca semidiroccata e sul punto di crollare consegnano al moloch sempre più insaziabile i quattrini di una generazione perduta.Brusco il risveglio,se mai ci sarà…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: