Californication

Vistosamente emozionato,forse un po’ intimorito al cospetto di cotanto personaggio.Così il Governatore di Puglia,ancora per poco iniziano a scommettere in molti,deve essere apparso ai cronisti che hanno commentato il suo incontro con l’ex-Governatore della California,nonchè Terminator cinematografico Arnold Schwarzenegger.

Il nostro ha dimostrato ,se non altro,di essere ferrato in tema di cinematografia,come molti altri campioni della sinistra mondiale da Walter Veltroni a Kim-Jong-Il d’altronde, citando un delizioso filmetto interpretato dall’Arnold in coppia con uno scoppiettante Danny De Vito.

Si trattava di “Gemelli”,ovviamente. La speranza, per i fan più sfegatati del politico terlizzese, è che l’analogia resti confinata nell’ambito dorato della decima musa, come amava appellarla Jean Cocteau. Perchè, se così non fosse, qualche preoccupazione e qualche sano rituale apotropaico non sarebbero fuori luogo.

Basti dare uno sguardo alla catastrofica situazione dei conti pubblici nel “Golden State”: un deficit di ben 26 miliardi di dollari maturati nell’anno in corso più una previsione di altri 19 per il 2011. Di che far mettere le mani nei pochi capelli rimasti all’immarcescibile Jerry Brown, neo-rieletto Governatore lo scorso 2 novembre in uno dei pochi successi conseguiti dal disastrato partito democratico.

Quella che sembrava essere una ripetizione della parabola reaganiana che, ricordiamolo, prese le mosse proprio di qui con il doppio mandato di governo e la celeberrima proposition 13 si è, invece, trasformata in uno spaventoso incubo numerico. Spese folli,demagogia ambientalista, pseudoaperture liberaleggianti, poi sconfessate, per non scontentare la potente lobby hollywoodiana sono la cifra spietata di un’esperienza nata sotto i più fausti auspici.

Rammentiamo che Mister Universo fu portato al primo trionfo elettorale dopo il “recall” che scacciò con un referendum il precedente boss democratico per manifesta incapacità.

Proprio così! La costituzione locale consente la ripudia di un amministratore eletto in una libera consultazione popolare previa raccolta di un congruo numero di sottoscrizioni.

Ebbene,a pochi anni da un simile evento,la California guarda con preoccupazione ad una quasi inevitabile bancarotta ed alle ricadute catastrofiche che il tutto potrebbe avere su una delle più dinamiche economie mondiali.

Insomma il sogno californiano cantato dai Mama’s and Papa’s ha imboccato un mesto viale del tramonto.Qualcuno lo dica anche a Nichi…

Annunci

2 Risposte to “Californication”

  1. Prima o poi dovrà spiegarmi a cosa si sia dovuta la sua pausa nell’aggiornamento del blog.
    Comunque noto che la pausa ha fatto benissimo alle sue batterie, ben cariche ed in ottima forma.
    Gran bel post, complimenti.

  2. lafayette70 Says:

    Esimio.Le sono grato per il profluvio di apprezzamenti.Diciamo che ho attraversato una fase di transizione da un periodo felice ad un altro meno.ça arrive…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: