La battaglia dei minareti

Appena un anno trascorso i cittadini svizzeri avevano bloccato per via referendaria la costruzione di nuovi minareti considerati alla stregua di un simbolo di sopraffazione nè più nè meno di quanto non lo sia l’imposizione del velo per le donne islamiche. Maggioranza, allora, quasi schiacciante, il 58% contro il 42, ma accompagnata da un coro di polemiche infinite. Censurarono, infatti, l’esito della consultazione partiti progressisti,umanitari a senso unico e perfino il Consiglio Federale svizzero preoccupato per il valore a suo dire discriminatorio dell’iniziativa. In realtà timoroso di contravvenire ai dettami del multiculturalismo politicamente correttissimo. Perchè, in fondo, poco importa che cristiani, laici,omosessuali vengano scannati in paesi poco affascinati dalle sirene della democrazia occidentale. Meglio continuare a nascondere la testa sotto la sabbia non sia mai che qualcuno pensi a tagliarcela.Peccato che sia una strategia non molto efficace nei confronti di alcune frange estreme che poco si curano della filantropia  ostentata con sì religiosa osservanza. Ora, ad un anno dal fattaccio il “Consiglio Centrale Islamico svizzero”, organo di autogoverno della importante comunità mussulmana elvetica (circa il 5% dei residenti nella Confederazione) ha pensato di impugnare a propria volta quest’istituto di democrazia diretta per tentare di rovesciare l’esito del precedente voto. Tra le motivazioni addotte la più risibile e non priva di una certa feroce ironia depreca il discredito in cui sarebbe precipitata la piccola nazione alpina soggiacendo a simili istinti di belluina xenofobia. Pochi dubbi che con l’aiuto prezioso di tanti amanti dei diritti umani, ma solo in casa propria, la soglia delle 100000 firme necessarie per formalizzare il quesito possa essere facilmente raggiunta. Se così fosse, il buon senso di una delle democrazie più antiche del mondo dovrà incaricarsi di rispondere adeguatamente con una civilissima mobilitazione popolare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: