Complotto di famiglia

La peste degli imbonitori ecologisti da salotto ormai è comune a molte opulente democrazie occidentali. La morale che viene ammannita al gregge delle pecorelle traviate è più o meno ovunque la medesima: abbasso le multinazionali inquinanti, viva le tasse che ci aiutano a migliorare uno stile di vita dannoso per l’ambiente, dagli al consumista impenitente e corbellerie simili.

 Quando poi, qualcuno di questi furbacchioni viene colto, come suol dirsi, colle braghe calate,  ecco venire alla luce tutta la volgare ciarlataneria che potrebbe benissimo accomunarli a certi santoni di sette millenariste facili al fanatismo come alla circonvenzione di incapaci e menti fragili.

 ‘E accaduto, recentemente, all’ex-Vice-Presidente americano, nonchè Premio Nobel per la pace, Al Gore quasi sparito dai media dopo l’imbarazzante scandalo del “Climatagate” che ha assestato un colpo durissimo alla teoria del global warming, leitmotiv ossessivo del documentario da Gore prodotto “An inconvenient Truth”.

 Rischia di accadere anche al piccolo Bonaparte verde d’oltralpe, quel Nicolas Hulot che, dopo aver colonizzato tutti i talk-shows stava per lanciarsi, lancia in resta, nella prossima campagna presidenziale per tentare di stanare Nicolas Sarkozy dall’Eliseo.

Forse non sarebbe riuscito ad arrivare al ballottaggio, ma molte rilevazioni lo piazzavano subito dietro ai big con un più che probabile ottimo score a due cifre. Ma, vuoi la leggerezza del Nostro, vuoi qualche mano malandrina, magari proveniente proprio da quella gauche nella quale la nebulosa ambientalista si riconosce, seppur con ogni distinguo, ha deciso di interferire con l’ambizioso piano.

Appena,infatti, hanno preso a circolare le voci di un ufficializzazione della candidatura ecco che, quasi per magia, viene alla luce un rapporto poco edificante redatto dal comitato parlamentare incaricato di rendicontare l’attività di tutte le ONG francesi. Guardacaso Hulot è il deus ex machina di una fra le più importanti, la “Fondation Nicolas Hulot” che tenta di divulgare in ogni dove il verbo del profeta.

 Peccato che per fare ciò si serva dei buoni uffici e soprattutto dei quattrini di tre grandi corporations non propriamente connotatesi per battaglie ecofriendly. Parliamo, nientemeno, che di EDF(Electricité De France), nota per l’impegno nel settore energetico compreso e non ultimo quello nucleare, di L’Oréal, grande firma della cosmetica adusa, si dice, ad utilizzare cavie animali per testare i propri prodotti e di TF1. Oltre a sovvenzionare la fondazione, questi sponsors ingombranti fanno parte addirittura del Consiglio di Amministrazione della stessa con le conseguenze che ciascuno può ben immaginare.

 Il danno di immagine inferto al secondo Nicolas più famoso di Francia potrà essere valutato appieno già nelle prossime settimane. Un dato, per ora, è già certo: visto che il rapporto reca la firma congiunta dei due principali partiti francesi, teoricamente acerrimi avversari, arriva, invece, la conferma che la politica, come ammonivano i saggi, rimarrà perpetuamente il regno del possibile.

Il link all’inchiesta: http://www.liberation.fr/politiques/01012320419-la-fondation-nicolas-hulot-epinglee-par-un-rapport-parlementaire

Annunci

2 Risposte to “Complotto di famiglia”

  1. First off I want to say great blog! I had a quick question in
    which I’d like to ask if you do not mind. I was interested to find out how you center yourself and clear your head before writing. I have had a tough time clearing my thoughts in getting my thoughts out. I do take pleasure in writing but it just seems like the first 10 to 15 minutes are usually lost just trying to figure out how to begin. Any recommendations or hints? Thanks!

  2. It’s really very difficult in this full of activity life to listen news on Television, so I just use world wide web for that purpose, and obtain the most recent news.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: