Bentornato, Elefante!

Interessante il ritorno di Giuliano Ferrara in prima serata sull’ammiraglia della televisione pubblica. Che andrebbe privatizzata all’istante, sia chiaro. Interessante non solo per la caratura del personaggio, uno dei migliori giornalisti italiani, ma soprattutto perchè andrà a smuovere un poco la palude malmostosa del politicamente corretto che domina a reti unificate. Possibilmente sollevando argomenti scomodi in maniera netta e faziosa come è tra i pochi in grado di fare. Questo il mio parere, ovviamento al netto delle forti divergenze di opinioni che potrò avere su certi temi inerenti la “battaglia valoriale” che il fondatore de “Il Foglio” decise di avviare qualche anno orsono, una volta evaporate le speranze di una conversione liberale del partitone-tenda dei moderati italiani. Ad iniziare, naturalmente, dal sempre acceso tormentone sull’aborto, fonte di interminabili diatribe e battaglie politiche al calor bianco. Si sa che il punto di vista sulla materia muta a seconda di quali origini attribuiamo a quel miracolo della storia dell’umanità conosciuto come civiltà occidentale: alcuni, in una sorta di ossessione per il dettaglio, intravedono solo le radici cristiane(o giudaico-cristiane, come si è adusi a dire per pudore) negando, parimenti, il lievito spirituale della paganità classica piuttosto che la parte meno caduca dell’Illuminismo settecentesco. Sono orgoglioso di appartenere all’altra schiera, ma oltremodo lieto di confrontarmi apertamente, anche se non direttamente, con la posizione avversa che, perlomeno evita quella cappa di ipocrisia gesuitica dispensata da molti apostoli del conservatorismo all’italiana. In bocca al lupo, Direttore!

Annunci

3 Risposte to “Bentornato, Elefante!”

  1. Posso dissentire, sommessamente? Giulianone e’ diventato oltremodo arrogante e insopportabile. Oltre che bigotto. Ricordo che tanti anni fa mi piaceva: poi tutto e’ cambiato.

  2. lafayette70 Says:

    Sì, ma infatti ho espresso le mie perplessità profonde sull’involuzione. Di liberale non è rimasto granchè, ma vuoi mettere con un Enzo Biagi o gente simile?

  3. Sal, per me si equivalgono, se non nei meriti (o demeriti), nell’antipatia profonda che mi suscitano. Biagi compreso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: