Numeri

I dati del sondaggio IPSOS sul nucleare divulgati nel corso della trasmissione “Ballarò” hanno in realtà quasi del miracoloso. Dopo decenni di martellamento ossessivo sulla pericolosità, il costo e l’inefficenza di questa fonte di energia veniamo a sapere che ben il 27% degli italiani, più di un quarto quindi, sarebbe ancora favorevole alla realizzazione di impianti sul nostro territorio. Addirittura il 17%, un italiano su sei, si perita di rispondere positivamente ad un eventuale reattore a soli 10 km di distanza dal proprio orticello di casa. Nel paese dove la sindrome NIMBY impazza è un risultato da non sottovalutare. Certo l’effetto Fukushima si è fatto sentire e non poco. Il calo complessivo è stato di circa 9 punti percentuali. La strada è ancora lunga e passa per una durissima battaglia culturale e necessari progressi tecnologici, soprattutto dopo quanto accaduto in Giappone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: