Giri di Valzer

Alla fine della fiera gli unici che rischiano di fare un figurone nella crisi libica, almeno limitatamente al nostro insignificante stivale, sono quegli stessi pacifisti oltranzisti alla Gino Strada pronti a contrastare ogni conflitto al quale l’Italia è chiamata volente o nolente a partecipare. Intendiamoci: quasi sempre si tratta di “compagni che sbagliano”, a riesumare una vecchia fraseologia movimentista del tempo che fu. Ma perlomeno nell’errare conservano una certa coerenza e pervicacia. Di questi tempi merce assai rara, si converrà.

Quasi tutti gli altri, con rare eccezioni, hanno esercitato l’ignobile sport nazionale del cambio di casacca a seconda della convenienza del momento. Che dire di questo governo che si è spinto fino a vette di incommensurabile infingardaggine ossequiando un clown psicopatico come fosse il bambinello di Betlemme, con tanto di baciamano e doni da re Magi? Nulla a tutto quello che è stato già archiviato alla voce contumelie e sarcasmi. Per fortuna che una salutare resipiscenza in articulo mortis rimedierà, in parte, alle leggerezze del recente passato.

Ma, ugualmente, come non censurare il cialtronesco bandwagoning dell’opposizione di centro-sinistra che si ritrova a marciare sotto le insegne di un interventismo quasi dannunziano dopo aver sparato con ogni arma sulla missione irachena? in questo caso potrebbero pure avere ragione, ma di certo non essere credibili.

 Della Lega non merita parlare, se non un accenno fugace e dantescamente sprezzante: erano amici di un macellaio ai tempi della ex-Jugoslavia, difendono oggi un boia.

 Mi preme ancora una volta, invece, ricordare la limpida continuità nell’ impegno dei radicali nel caso di specie, quasi solitari nel denunciare i trattati firmati col sangue dei vinti, schiavi ed oppressi vari dalla tirannia tripolitana, e le miserabili moine di un’oligarchia miope ed avida. Magra consolazione , ma, come insegnano i saggi israeliti, basta un atto di bontà a redimere l’umanità.

Annunci

4 Risposte to “Giri di Valzer”

  1. DEMENZIALE.

  2. lafayette70 Says:

    Se si tratta di una riflessione autobiografica che ti riguarda, sappi che la condivido in pieno

  3. Con la prosopopea che distingue coloro che si ritengono i soli depositari della verità, confermi nuovamente quanto ho asserito.

  4. lafayette70 Says:

    Bravo! Complimenti per l’ammirevole sforzo di dare un senso compiuto alla sintassi alquanto claudicante. Risulti quasi comprensibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: