Umiliati e offesi

E , infine, venne il giorno del giudizio, anzi della certificazione del giudizio. Questo paese, sulla scena internazionale, conta poco o nulla. Non che dovessimo fare chissà quale sforzo di immaginazione per arrivare a questa conclusione: lunghi decenni di ostentata insignificanza hanno dopotutto il loro peso. Nella videoconferenza tra i quattro grandi protagonisti della missione libica l’Italia non è stata invitata. Decisione che ci fa male , ma oltremodo meritata considerando la leggerezza eccessiva con la quale abbiamo condotto certe questioni diplomatiche di troppo buon vicinato. Prendiamo tutto il ridicolo di un impegno a mezzo servizio senza sparare un colpo, di contorsioni verbali oscene, di invettive al cattivo di turno e abbiamo tutta la cifra del cul de sac in cui siamo stati infilati. Non tanto noi, ma  quei tanti che dovranno farsi carico degli oneri che un evento epocale, usiamolo senza tema quest’aggettivo, causerà. E non ne faccio questione di colore politico. Il centrosinistra è stato, se possibile, anche più infingardo della maggioranza nel trattare con la premiata macelleria Gheddafi, proprio come successo nei rapporti con Mosca che, se non altro, resta una superpotenza anche energetica. Pretendere che dalla lezione di queste settimane possa scaturire qualcosa di salutare è puro esercizio di opinione. Perchè se è vero che la storia non è maestra di vita,  qualcuno è anche un pessimo allievo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: