La strana coppia

Un’ insolita mésalliance tra la destra anti-islamica di Geert Wilders e il Partito degli Animali (l’unica formazione politica di questo tipo presente in un parlamento nazionale europeo) si è instaurata in Olanda. Il piccolo paese dei mulini a vento si conferma così uno tra i più interessanti laboratori politici degli ultimi anni.

 La materia del contendere, anzi meglio sarebbe dire, del connubio, è un disegno di legge che verrà presto discusso alle Camere contenente la proposta di bando avverso la macellazione rituale di alcuni animali, consuetudinaria presso le minoranze religiose mussulmana ed ebraica. Fino ad ora la legge olandese dispensava queste comunità dal seguire la normativa in vigore che prescrive tassativamente di anestetizzare le vittime per evitare soverchie sofferenze alle stesse.

 Il provvedimento è riuscito, per una volta, a ricompattare i vertici delle due confessioni che, per bocca dei rispettivi portavoce, hanno espresso tutto il proprio disappunto augurandosi un fallimento del tentativo considerato alla stregua di una violazione della libertà di culto.

 Singolare come sia proprio il partito più filo-israeliano presente all’Aia a fornire un appoggio forse decisivo ad una prassi che ricorda abbastanza da vicino la battaglia francese a tutela della “laicité” contro l’ostentazione dei simboli religiosi. Se poi aggiungiamo che i Paesi Bassi furono una delle prime nazioni moderne a concedere la possibilità di professare la propria fede agli ebrei in fuga dalle persecuzioni del resto d’Europa, abbiamo la dimensione esatta del paradosso insito in questo dibattito.

 Tra gli altri deputati prevale la cautela: se i democristiani hanno opposto un rifiuto non così fermo, i liberali, partito da cui proviene il Premier Mark Rutte non hanno ancora preso alcuna decisione in merito; così come, del resto, i principali gruppi di opposizione, laburisti e socialisti, dando per scontato l’assenso dei Verdi.

 Per tornare all’argomento, giova ricordare che altri paesi hanno deciso in passato di dotarsi di simili strumenti legislativi, ultimo la Nuova Zelanda. Ma nell’elenco figurano anche le nazioni scandinave, baltiche e la Svizzera. Qui la questione fu risolta tra gli anni ’30 e ’40 trasformandosi, però, in un’arma impropria nelle mani degli estremisti di destra che sfruttarono l’occasione offerta dai governi dell’epoca per veicolare l’odio antisemita.

Annunci

Una Risposta to “La strana coppia”

  1. […] La sentinella della libertà Wikio Share| […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: