La Mannaia referendaria

In pieno corso, nel Regno Unito, la campagna per il referendum elettorale che imporrà agli elettori la scelta tra l’attuale uninominale maggioritario ed il semi-proporzionale Alternative Vote. Mentre i conservatori del Premier Cameron sostengono lo status quo, appoggiano, invece, il sì al quesito i lib-dems di Nick Clegg ed anche, pur senza eccessiva convinzione, i laburisti. Gli ultimissimi sondaggi vedono, dopo un lungo testa a testa fra le due opzioni, un vantaggio crescente per gli amanti della tradizione. In particolare tre  polls condotti dagli istituti ICM, YouGov, ed Angus Reid hanno dato il medesimo risultato, vale a dire il no al 58% ed il sì parecchio indietro al 42. Sembrerebe un divario incolmabile, nonostante peserà anche l’affluenza ai seggi e la mobilitazione in extremis dei partiti. Peraltro, contestualmente al referendum si svolgerà un’ importante tornata amministrativa. Oltre al Parlamento scozzese ed alle Assemblee Legislative di Galles ed Ulster si rinnoveranno, infatti, molte autorità locali e consigli di contea inglesi. Difficile, tuttavia, ipotizzare un possibile effetto trascinamento del risultato locale sulla consultazione tanto attesa dai media britannici ed internazionali. In ballo  uno dei più consolidati istituti della democrazia parlamentare d’oltremanica. La risposta la avremo nella tarda serata del 5 maggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: