Degno epitaffio

In un sonnacchioso e preferiale pomeriggio di inizio agosto si è consumato lo stracchissimo rituale del discorso berlusconiano dinanzi alle camere. Una specie di adattamento peninsulare del più scenografico(ancorchè anch’esso oramai privo di significato o quasi) “discorso sullo stato dell’Unione” americano. Ovviamente declinato nelle banali e trite note salmodianti della liturgia politica italica che possono riassumersi in due parole: aria fritta. Dopo aver biascicato le consuete ossessive idéès reçues sull’economia, la finanza e l’universo mondo è arrivata la richiesta prevedibile di “più coesione”. Come se non fosse stata proprio quest’ultima, altrimenti detta “consociazione”, a consentire al nostro debito pubblico di schizzare al tetto incredibile del 120%. Che questo paese fosse ormai morto da quasi vent’anni non sembra aver minimamente sfiorato la mente di questo sommo pontefice della partitocrazia nazionale, nè quella, sia chiaro, dei suoi sodali dell’altra sponda. E non se ne erano accorti nemmeno quei gran geni dell’Unione Europea che accettarono di buon grado di aggregare Roma al carro della moneta unica. Ora sembrano avere compreso le dimensioni del proprio errore di valutazione ed è probabile tentino di sgravarsi della zavorra mediterranea pur di garantirsi una forse precaria sopravvivenza. Il resto sono solo rantoli rumorosi di una povera carcassa geografico-istituzionale  che sta per essere abbandonata da qualsiasi soffio vitale. Il guaio è che perfino la tranquilla compostezza del trapasso viene deformata da grottesche smorfie e suoni inarticolati. Ma ognuno conosce la fine che si è meritata, dopotutto

Annunci

Una Risposta to “Degno epitaffio”

  1. louxien Says:

    Rintocchi di Ossami… 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: